I supereroi tatuati che salvano gli animali da violenze e maltrattamenti

Tra di loro ci sono motociclisti, ex soldati, avvocati e perfino investigatori privati. Cosa li unisce? L’amore per gli animali e la voglia di porre fine ai maltrattamenti che spesso subiscono. Conosciamo meglio questa squadra di ‘supereroi’.


Di certo non passano inosservati, ma sono giganti buoni che da anni hanno un’unica missione: quella di salvare e proteggere gli animali dai maltrattamenti. E lo fanno attraverso un’organizzazione no-profit che si chiama Rescue Ink che sostiene appunti gruppi di soccorso per animali.

“Alcune persone ci definiscono come dei supereroi. La verità è che noi siamo dei super amanti degli animali e anche i loro angeli custodi. Affrontiamo sfide, ostacoli e numerosi casi, ma restiamo fedeli alla nostra mission”, scrivono sul loro sito ufficiale.

Chi sono questi ragazzoni massicci e tatuati? Agenti di polizia, camionisti, avvocati, investigatori privati e quello che fanno è davvero straordinario perché non solo rispondono alle chiamate di aiuto e alle segnalazioni, ma fisicamente rischiano la vita. Sottraggono gli animali dai combattimenti, salvano quelli in pericolo, denunciano maltrattamenti privati e vanno alla ricerca degli amici a quattro o a due zampe smarriti.

L’organizzazione Rescue Ink indaga anche su casi di maltrattamento ed è a stretto contatto con i rifugi locali. Più volte questi ragazzoni hanno dichiarato che il loro aspetto fisico li ha aiutati in questa mission: d’altronde chi non si arrenderebbe davanti a uno di loro?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...